I plugin di WordPress sono utili ma possono anche rallentare un sito, favorire gli attacchi informatici e persino causare una penalizzazione di Google.

Questi sono i miei 5 consigli essenziali per scegliere un plugin di WordPress:

  1. Il plugin è controllato da WordPress.
  2. Non si sovrappone a un plugin attualmente installato.
  3. Aggiornamenti regolari.
  4. È popolare.
  5. Il feedback del supporto indica un plugin sano.
5 consigli per scegliere i migliori plugin per il tuo sito WordPress

1. Il plugin è controllato da WordPress

Alcuni plugin a pagamento non hanno una versione gratuita, ma molti dei plugin più rispettati hanno una versione premium a pagamento e una versione gratuita che è controllata e inclusa nel repository ufficiale dei plugin di WordPress.
Il fatto che una versione gratuita sia stata controllata da WordPress fornisce la garanzia che ci sia una sorta di controllo di qualità. Se viene scoperto un problema serio con un plugin gratuito, WordPress rimuoverà il download dal suo repository. Ci sono molte altre ragioni per cui un plugin può essere rimosso, come delineato nelle linee guida di WordPress Plugin.
Questo è un sistema che non garantisce al 100% che il plugin sia sicuro da installare ma è generalmente più sicuro che scaricare un plugin che non è disponibile attraverso il repository ufficiale di WordPress.
I plugin premium possono essere sottoposti ai test privati e sono generalmente sicuri da acquistare e scaricare.

2. Il plugin non si sovrappone a un plugin installato

Un problema comune che vedo è quando due o più plugin progettati per fare cose simili si sovrappongono. Questo accade generalmente con i dati strutturati e i plugin di ottimizzazione della velocità. Il solito risultato è che si hanno più plugin di quelli necessari.
È importante utilizzare il minor numero di plugin possibile. Sovraccaricare il tuo sito con i plugin può rallentare il server. Anche un plugin progettato per accelerare il tuo sito può rallentare il tuo sito se ne stai usando troppi allo stesso tempo.
Prima di installare un plugin, pensate bene a come questo plugin risolverà i vostri problemi. Se non li risolve tutti, l’installazione di un secondo o terzo plugin causerà una duplicazione delle funzioni.

3. Aggiornamenti regolari

Alcuni plugin possono essere abbandonati. La pagina di WordPress di ogni plugin nota quando il plugin è stato aggiornato l’ultima volta.
Un plugin potrebbe non essere aggiornato perché la funzione che svolge è relativamente semplice. Ma in generale, questo è un segno che un plugin è stato abbandonato. I plugin abbandonati dovrebbero nella maggior parte dei casi essere evitati.
WordPress è in costante evoluzione. L’installazione di un plugin che non è stato aggiornato potrebbe causare conflitti con la versione corrente di WordPress o con la versione di PHP su cui gira il tuo sito
4. Il plugin è popolare
Sento un senso di sicurezza nel sapere che un plugin WordPress è popolare e garantito da molti utenti.
La popolarità di per sé non garantisce che un plugin sia senza problemi. Infatti, alcuni dei plugin più popolari sono stati fonte di imprevisti. Tuttavia, la popolarità può contribuire a garantire che il plugin sia sicuro e funzioni ragionevolmente bene.

4. Il plugin è popolare

Sento un senso di sicurezza nel sapere che un plugin WordPress è popolare e garantito da molti utenti.
La popolarità di per sé non garantisce che un plugin sia senza problemi. Infatti, alcuni dei plugin più popolari sono stati fonte di imprevisti. Tuttavia, la popolarità può contribuire a garantire che il plugin sia sicuro e funzioni ragionevolmente bene.

5. Il feedback del supporto indica un plugin sano

Ogni pagina di plugin nel WordPress Plugin Repository ha una pagina di supporto. La pagina di supporto può fornire la prova di un plugin che ha problemi in corso. Problemi tipici potrebbero essere che il codice va in conflitto con altri plugin. A volte il template di WordPress potrebbe aver bisogno di modifiche per far funzionare il plugin.
La pagina di supporto rivelerà qualsiasi potenziale problema che si può affrontare prima di scoprirlo nel modo più difficile.

LEGGI QUI IL MIO ARTICOLO: Le 3 differenze principali tra WordPress.org e WordPress.com

Queste cinque considerazioni non sono una lista completa, ci sono anche altri fattori tra cui le recensioni degli utenti, la reputazione della società dietro il plugin, se il plugin è troppo ingegnerizzato e rallenta il sito e così via.

Spero che questi consigli ti aiutino a scegliere I plugin per il tuo sito WordPress. Se hai bisogno di un consiglio contattami qui.

Un saluto.
Irina