FAQ Servizi di monitoraggio delle attività dei visitatori del sito web

Che cos'è il monitoraggio dei visitatori di un sito web?

Il software di monitoraggio dei visitatori del sito web è uno strumento che aiuta a raccogliere e contestualizzare i dati sul traffico web. I rapporti sui dati offrono approfondimenti che possono contribuire a migliorare le attività di marketing.

Il software per il monitoraggio dei visitatori di un sito web si concentra in genere su tre categorie di dati: analisi del sito, comportamento degli utenti e identità dei visitatori. Queste aree offrono un valore unico a seconda degli obiettivi dell’azienda che utilizza il software, fornendo report di facile comprensione con informazioni attuabili per massimizzare il ROI.

Come funziona il monitoraggio dei visitatori di un sito web?

Si utilizza uno script che viene installato direttamente su un sito web per raccogliere automaticamente i dati degli utenti.
Questo script registra le azioni chiave compiute dai visitatori, come clic, scorrimenti, movimenti del mouse e così via.
Il comportamento degli utenti registrato può essere visualizzato in vari modi, aggregando le attività di molti visitatori in una panoramica consolidata o consentendo ai proprietari del sito di visualizzare le registrazioni delle sessioni per ogni singolo visitatore.

Il monitoraggio dei visitatori è conforme al GDPR?

Il regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) impedisce il tracciamento dei siti web nell’Unione Europea (UE) senza il consenso esplicito del visitatore. Le aziende che ricevono traffico web da utenti dell’UE devono seguire le linee guida del GDPR, altrimenti rischiano di incorrere in multe molto elevate. Molti fornitori di software per il monitoraggio dei visitatori di siti web offrono suggerimenti su come conformarsi al GDPR. Tra questi vi è quello di avere una politica sulla privacy, sulle condizioni d’uso e sui cookie ben visibile agli utenti, che illustri come vengono raccolte le loro informazioni e a quale scopo.

Perché è importante tracciare le visite al sito web?

Il monitoraggio dei visitatori offre alle aziende una comprensione più dettagliata dei loro potenziali clienti e di come il pubblico reagisce ai loro contenuti.
Esaminando attentamente il comportamento e i dati demografici degli utenti del sito, le aziende possono migliorare i tassi di conversione, sfruttare al meglio la spesa pubblicitaria digitale e aumentare costantemente il numero di visitatori e i tassi di conversione.

Consente alle aziende di sapere se i loro approcci e contenuti stanno funzionando e in che misura. Ad esempio, le piattaforme multimediali possono scoprire chi clicca su quali contenuti, mentre i negozi online possono identificare il momento esatto in cui i clienti abbandonano il carrello o hanno problemi durante il checkout.

Molti strumenti di tracciamento dei siti web offrono “flussi di utenti”, che illustrano il modo in cui la maggior parte dei visitatori si impegna sul vostro sito web e come si sposta da una pagina all’altra. Questi dati sono indicativi dell’attuale tasso di successo di un sito web e possono evidenziare le aree che necessitano di miglioramenti o di una revisione completa.

Ogni tipo di azienda con un sito web può trarre vantaggio dal monitoraggio dei dati dei visitatori. Alcuni degli obiettivi più comuni associati al monitoraggio dei visitatori di un sito web sono:

  • Raccogliere informazioni di contatto dai potenziali clienti per ottenere un maggior numero di contatti.
  • Incoraggiare il coinvolgimento e i clic sugli annunci
  • Aumentare le conversioni
  • Migliorare l’esperienza dell’utente

Quali sono le attività dei visitatori da tracciare?

A seconda degli obiettivi principali della vostra azienda con questi strumenti, potreste considerare di raccogliere i seguenti dati:

  • Ubicazione dei visitatori, dati demografici e, a seconda del software, le aziende che rappresentano e le loro informazioni di contatto
  • Tassi di clic e flusso di utenti
  • Traffico complessivo della pagina
  • Tassi di rimbalzo
  • Fonte del traffico web

Comprendendo queste categorie distinte, le aziende possono sviluppare strategie più efficaci. Gli esperti di marketing possono scoprire quali annunci sono più allettanti, mentre i team di vendita possono scoprire esattamente chi sfoglia i loro cataloghi.

Che cos'è una mappa di calore del sito web?

La mappa di calore di un sito web è una visualizzazione aggregata dei movimenti del mouse, dello scorrimento, dei clic e dei tap degli utenti. Le mappe di calore sono utilizzate da designer, specialisti UX e marketer per scoprire gli schemi di utilizzo dei siti web ed effettuare ottimizzazioni basate sui dati per aumentare il tasso di conversione e le entrate.

Una mappa di calore mostra una sovrapposizione di colori del movimento del mouse (e del tocco) su una singola pagina web. La “popolarità” degli elementi della pagina viene visualizzata utilizzando una scala di colori che va dal rosso (le parti più popolari della pagina) al blu (le parti meno utilizzate di una pagina).

Perché usiamo le mappe di calore?

Lo scopo principale delle mappe di calore è quello di visualizzare il comportamento degli utenti di un sito web. Osservando un aggregato di tutte le interazioni degli utenti su una pagina web, diventa più facile individuare problemi e opportunità di miglioramento.
Le mappe di calore sono anche un ottimo primo passo per ulteriori ricerche sul comportamento degli utenti, come la visualizzazione delle registrazioni delle sessioni e la raccolta dei feedback dei sondaggi.

Come si crea una heatmap di un sito web?

Per creare una mappa di calore del sito web, è possibile utilizzare uno strumento o un software per le mappe di calore come Hotjar o Microsoft Clarity. Bisogna iscriversi alla piattaforma, aggiungere il codice di monitoraggio (uno snippet JavaScript) al vostro sito web, quindi accedere alla dashboard.

Come si legge una mappa di calore?

È possibile leggere una mappa di calore di un sito web in due modi: osservando la visualizzazione ed esaminando i punti di dati grezzi. È possibile individuare a colpo d’occhio le tendenze e i problemi relativi ai clic grazie alla codifica a colori delle heatmap (in Hotjar, il rosso indica la maggiore interazione, il blu la minore). Le tabelle dei dati grezzi delle heatmap rivelano informazioni più specifiche, come gli elementi HTML o le posizioni in pixel dei clic e delle visualizzazioni in ordine di popolarità.

Posso usare una heatmap su WordPress?

È possibile utilizzare le heatmap su qualsiasi sito WordPress self-hosted per scoprire dove gli utenti fanno clic aggiungendo manualmente lo script di tracciamento della piattaforma che avete scelto al vostro sito WordPress.

Qual è la differenza tra gli strumenti di mouse-tracking e eye-tracking?
Ai fini dell’esperienza utente, l’eye-tracking misura dove le persone guardano quando visualizzano un sito web, mentre il mouse-tracking misura dove le persone muovono e fanno clic con il cursore (o toccano sul cellulare). La ricerca sull’eye-tracking può essere costosa, di solito si svolge in laboratorio e richiede che i partecipanti alla ricerca indossino un’attrezzatura speciale, mentre il mouse-tracking (noto anche come click-tracking) è molto conveniente, persino gratuito, e può generare heatmap simili.
Gli studi suggeriscono che esiste una correlazione positiva tra il tracciamento oculare e le heatmap degli spostamenti, poiché le persone tendono a guardare dove si trova il loro cursore.

Come posso utilizzare le heatmap con altri strumenti di analisi?

Per capire veramente i vostri utenti, dovete combinare analisi qualitative e quantitative. Le informazioni ricavate dalle mappe di calore possono essere facilmente combinate con quelle ricavate da Google Analytics (o da altri strumenti di analisi) per ottenere un quadro più preciso di come le persone interagiscono con le pagine del vostro sito web.

Posso utilizzare le mappe di calore e rispettare le normative GDPR e sulla privacy?

Per rispettare le normative sulla privacy e il GDPR, è necessario utilizzare uno strumento per le mappe di calore che consenta di gestire in modo responsabile i dati degli utenti raccolti. Le piattaforme di Hotjar e Microsoft Clarity dispongono di funzioni di conformità integrate che consentono di utilizzare lo strumento delle mappe di calore in modo conforme al GDPR.

Tutte le informazioni di identificazione personale vengono automaticamente anonimizzate dal lato dell’utente finale su tutte le heatmap ed è possibile aggiungere ulteriori filtri di soppressione dei moduli per bloccare gli elementi desiderati.

Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy
Youtube
Consent to display content from Youtube
Vimeo
Consent to display content from Vimeo
Google Maps
Consent to display content from Google